Vai al contenuto

Logo

Microsoft Expression Blend


  • Please log in to reply
Nessuna risposta a questa discussione

#1 gurugugnola

gurugugnola
  • Nazione (Country):Italy
  • Località:Barletta-Andria-Trani (Puglia)
  • Sesso (Gender):M
  • Impiego (Employment):Impiegato (Employee)
  • Area:Industrial Design, 3D, 2D
  • Software:3ds Max, Maya, Cinema 4D, Softimage, Rhinoceros, ZBrush, Photoshop, Mental Ray

Inviato 25 luglio 2007 - 15:44

<< Terza parte

TESTI

In MS expression Blend si possono usare i seguenti tipi di testo (i relativi comandi si trovano nella ToolBox):
1. TextBox: si tratta di una regione editabile, si usa quando si vuole dare la possibilità agli utenti dell'applicazione di modificare o aggiungere un testo
2. RichTextBox: è un textBox con molte + opzioni (scelta del cursore, colori, tooltip…), ha + scelte x la formattazione e può contenere anche altri tipi di oggetti (immagini o shape)
3. TextBlock: blocco di testo statico, che non può essere modificato dall'utente dell'applicazione. Questo blocco oltre al testo può contenere anche altri tipi di oggetti (immagini e shape), potete modificare i textBlock tramite i code-behind file.
4. PasswordBox: è un textBox in cui non vengono visualizzate le lettere immesse dall'utente, ma una serie di simboli (asterischi, pallini…) che potete scegliere nel pannello "Properties -> Tab Text -> Advanced properties -> PasswordChar box"
5. Label: si tratta di un blocco di testo statico o di altri contenuti (o immagine, o shape)
6. FlowDocumentScrollViewer: blocco di testo statico con scrollbar che può contenere altri contenuti (immagini e shape)

Molti aspetti dei text control sono gli stessi degli altri oggetti o control, ci sono poi gli attributi tipici del testo (pannello "Properties"): font, allineamento del testo, format (text e paragraphs), scrollbar…. È possibile applicare anche le trasformazioni (ruota, scala, flip…) al testo come a qualsiasi oggetto vettoriale.
È possibile creare un hyperlink soltanto all'interno di un document page (File/New Item) in Expression Blend, inoltre è possibile applicare un hyperlink al testo solo se è contenuto in un RichTextBox o in un TextBlock. Selezionate il RichTextBox (o il TextBlock) a cui volete aggiungere un hyperlink, premete il tasto destro del mouse e scegliete l'opzione "Edit text", a questo punto selezionate la parte di testo a cui applicare l'hyperlink (o ciccate dove volete che il testo dell'hyperlink appaia) e nel pannello "Properties" -> Pannello "Text" -> Tab "Font" ciccate sul tasto "Hyperlink" Immagine inserita sarò "ciecato", ma non sono ancora riuscito a trovare questo tasto! <_< si dovrebbe aprire una finestra di dialogo in cui inserire il testo e l'URL.Il correttore automatico e il dizionario (Check spelling) attualmente è disponibile solo in inglese/spagnolo/tedesco/francese.

Con il comando "Menù Object -> Path -> Convert to Path" è possibile convertire in path un RichTextBox o un TextBlock, con il comando "Menù Object -> path -> Release compound path" si separano le varie path (una x ogni carattere).

OGGETTI 3D
MS Expression blend offre alcuni tool per la creazione, la modifica e l'animazione di oggetti 3D; si possono importare 3D in formato .obj, bisogna importare anche i materiali (solitamente si usa il formato .mtl) e le immagini utilizzate come texture (per importare i file .obj/.mtl/texture andate nel menù "project" -> "Add existing Item" o "Link to existing Item"). Il 3d è contenuto in un "viewport3D control", dal pannello "properties" è possibile modificare i materiali, le luci e la camera.
Immagine inserita
La "Camera" rappresenta il punto di vista nel documento, si usa per convertire in immagine 2d l'oggetto 3D. ci sono 2 tipi di camera: perspective e Orthographic (pannello "properties"). Sempre nel pannello "properties" trovate altre opzioni della camera: Perspective Field of view (gestisce la distorsione della visuale in base alla distanza), Width, Position, Direction, Up vector, Far/near clipping plane. Per muovere una "Camera" nel "ToolBox" usate il tool "Camera orbit"

I "Material" rappresentano i colori, le texture e le caratteristiche generali delle superfici. Ci sono 3 tipi di material: diffuse, emissive e specular.

Infine ci sono le "Lights", senza di esse non si può visualizzare l'oggetto 3d. ci sono 4 tipi di luci: Ambient, spot, directional e point. Nel pannello "properties" è possibile cambiare il colore alle luci, il tipo di attenuazione (decay – Costant/linear/Quadratic), la direction, il Cone Angle (Inner/outer), la posizione e il range.

Selezionando un oggetto compariranno gli assi X/Y/Z, posizionandosi sopra uno di essi con il mouse e tenendo premuto il tasto destro è possibile ruotare e spostare il modello, nel pannello "properties" inoltre c'è il tab "Transform" per applicare tutte le trasformazioni (sposta, ruota, scala…).

La gestione dei modelli 3D è semplice e veloce, anche se con modelli complessi diventa difficoltoso fare modifiche (soprattutto quando si hanno molti materiali e texture)… quindi è consigliabile utilizzare modelli low poly e con pochi materiali. Le potenzialità sono diverse, il progetto "viewer3D" che si trova nei samples è "appunto" ^_^ un buon esempio. Oltre a un viewer interattivo di oggetti (o ambienti) 3D, si potrebbero creare interfacce (interamente o parzialmente) 3D, oppure manuali di istruzione o montaggio interativi e altre interessanti applicazioni
Immagine inserita
a breve pubblicherò anche la quinta parte che dovrebbe riguardare la gestione dei vari media(suoni, video, immagini...)

Immagini allegate

  • AntTut04.jpg

Messaggio modificato da philix il 15 febbraio 2010 - 17:47





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi