Vai al contenuto

Logo

Speciale Stereoscopia

scritto da: Massimo Gallorini il | 11.180 visualizzazioni

TECNICHE DI RIPRESA (3DS Live) - parte 2


Ultimamente sono uscite sul mercato varie fotocamere/videocamere 3D da parte di Sony, Fuji e Panasonic; le ho provate tutte personalmente e, senza nulla togliere a questi primi esemplari di fotocamere 3D native, vi posso garantire che la versatilità e la qualità delle foto realizzate accoppiando due macchine mono di qualità, non è stata raggiunta in alcun caso. Certamente la messa a punto dei “rig”, le riprese, l’elaborazione dei file, richiede più tempo, ma i risultati ci ripagano abbondantemente.

 

I principali accessori per le riprese 3D

 

In questa sezione abbiamo voluto riportare sia gli accessori indispensabili per le riprese hobbistiche, che quelli rivolti sicuramente ad un pubblico professionale.

 

Con una semplice slitta, anche montando una sola fotocamera, è possibile scorrerla verso DX o SX di quantità note (sul retro c’è una scala graduata), mantenendo il sistema in piano e ottenendo ottimi scatti stereo.

 

immagine 09 immagine 10

 

Con le compatte, il sistema stereo completo diviene addirittura tascabile, è il caso del nostro cavalletto che, aperto, si appoggia comodamente, semichiuso si impugna con una mano e chiuso e si ripone nel marsupio mantenendo le fotocamere in assetto stereo.

 

Nel caso si utilizzino reflex è però consigliabile passare a supporti più robusti e versatili, come il nostro  spallaccio, che, grazie al gruppo batterie ausiliare, è perfettamente bilanciato e permette inoltre l’uso in diagonale, in modo da poter avvicinare all’occhio tutte le reflex che puntano con il mirino galileiano.

Il gruppo batterie è una vera è propria panacea, infatti è stato da noi appositamente realizzato con più uscite atte ad alimentare le  fotocamere, in caso di scarica della batteria in dotazione; le luci optoelettroniche ausiliare; il sistema pan motorizzato; il sistema wireless di telecomando. E’ dotato anche di un ingresso per la ricarica da rete e da pannello solare, con centralina di regolazione, in caso di lunghe riprese in ambiente remoto/isolato.

 

immagine 11 immagine 12

        

        

        

                                                                                                                 

Questo sistema, senza apporre alcuna modifica, può anche essere utilizzato per riprese con impugnatura a mano singola, grazie al perfetto bilanciamento; un sommario controllo delle scene riprese può essere messo in atto con un semplice sistema a specchio a 45°, o con visori oculari accessori.   

 

immagine 13 immagine 14

 

Nella foto di destra il gruppo di ripresa è montato nel nostro sistema di stabilizzazione giroscopica, indispensabile nel caso di video ripresi da oggetti in movimento. Un esempio dei risultati ottenuti con tale accessorio è la nostra ripresa di prova dall’elicottero dei VVF, scaricabile al seguente link (il contenuto si trova in fondo alla pagina, NdR)

 

Nella foto seguente vediamo nel dettaglio due accessori precedentemente descritti, e precisamente: a metà foto il sistema per il PAN motorizzato e telecomandato; in basso il sistema wireless, completo di trasmettitore/ricevitore per la sincronizzazione dello scatto e la visione in remoto dell’immagine ripresa dalla fotocamera distante.

 

immagine 15

 

Un altro accessorio molto particolare è il sistema di riduzione dell’interasse ottico (distanza fra gli obiettivi); con il nostro sistema in foto, caratterizzato dallo schema ottico similare a quanto solo ora adottato da Sony nella sua ultima telecamera a Singola Ottica,  sono possibili riprese ravvicinate (fino a pochi cm.), in quanto l’interasse è stato portato ad 1 cm.

 

immagine 16

 

A titolo di esempio osservate questa nostra foto (apparentemente normale) con gli occhialini anaglifo ciano-magenta, e vedrete come la cimice prenderà forma e speriamo non il volo!

 

immagine 17

 

Nel caso di un utilizzo professionale è indispensabile personalizzare la borsa e gli accessori per le particolari riprese, sempre diverse, da affrontare.

Ai lati delle fotocamere sono visibili i nostri due copri luce, con fissaggio rapido in velcro, che all’occorrenza si trasformano in specchi a 45°.

 

immagine 18

 

E per finire non poteva mancare la classica foto di gruppo!

 

immagine 19

 

Si tratta della prima classe dove si insegna Stereoscopia e Tecniche 3D applicate ai vari settori. Nella foto vedete i miei studenti della 3°BEI  ITIS Galileo Galilei di Arezzo. Oltre ad offrire il nostro supporto alle scuole, lo Studio Gallorini organizza corsi per ogni esigenza nell'ambito della stereoscopia.

Si tratta infatti di una disciplina che per essere affrontata con profitto nei vari ambiti professionali (ma anche amatoriali) necessita di conoscenze che vanno almeno inizialmente approfondite con il supporto di personale esperto, in grado di indirizzare verso un corretto flusso di lavoro, con il supporto delle attrezzature adeguate.


Comments



Articoli & Tutorial

3ds max Pulizia file di Configurazione

3ds max Pulizia file di Configurazione

In questo Tutorial vedremo come ripulire i file di configurazione nascosti di 3ds max. Utile per ...


Create Realistic Explosions in Blender

Create Realistic Explosions in Blender

CG Geek ci presenta questo bellissimo tutorial (sviluppato in Blender e Cycles) concernente la cr...


Vray e Photoshop - Workflow - Miglioramento di una scena d'interno

Vray e Photoshop - Workflow - Miglioramento di una scena d'interno

Recentemente mi è stato chiesto di migliorare una scena d'interno preparata in 3ds max + vray. Il...


Last Comments