Vai al contenuto

Logo

Tutorial / Guida allo StereoTrack per tutti i dispositivi

scritto da: cily il | 1.842 visualizzazioni

LG Optimus 3D p920

Tutorial / Guida allo StereoTrack per tutti i discpositivi, In esame un esempio con 3dequalizer e Lg Optimus 3d p920

Parte 1: Extraction Dot


Lg optimus 3d (2011) è stato il primo telefonino dotato si camera 3d,
2136ff819ae635ec22fda8e7899df5d3.jpg
Ora in commercio ce ne sono altri due HTC evo 3d e Lg optimus 3d MAX, ma non solo ultimamente si stanno moltiplicando anche fotocamere compatte stereoscopiche a prezzi molto modici.

In he cosa consistono questi modelli, perché stereoscopici? Molto semplice, come saprete, le immagini e video stereoscopici consistono nel avere 2 obbiettivi (2 filmback, 2 lenti ecc..), e quindi di acquisire non un immagine ma bensì due.

Come vedere le immagini / video, stereoscopici? Oggi giorno esistono molti modelli hardware che supportano la stereoscopia, in molti modi differenti, per esempio i telefonini sopracitati permetto di vedere le immagini stereoscopiche senza i soliti (ormai famosi) occhialini (questo con un molto semplice: in breve proietta contemporanemante con angoli diversi due immagini), è un metodo molto interessante che si sta sviluppando piano piano, ma il più grave problema di questo metodo è l’angolo di visuale che permette soltanto ad un utente la visione ottimale,  un altro metodo ormai diffuso, è quello di monitor a 120hz che siano tv o pc… nel mio caso ho un laptop (già ormai di un anno e un mese) della DELL xps che supporta di base il 3d Nvidia con gforce dedicata (qui si dovrebbe aprire una parentesi su 3d con gforce e quadro ma non è il momento adatto per farlo), 3d che viene visualizzato con occhialini di casa Nvidia (mentre il trasmettitore IR è bundle nel case)

Fatte queste premesse, un po’ troppo lunghe forse ma non esaustienti andiamo a vedere il processo (di base) per ottenere un tracking stereoscopico con il nostro apparato mobile lg optimus 3d.
Per prima cosa, per ricavare correttamente le informazioni delle lenti a noi sconosciute (filmback, focal lenght, distotion…) dobbiamo fare un processo chiamato Extraction Dot: consiste nel filmare un foglio in movimento nel quale avremo i nostri mark a distanze note, il tutto questo a camera ferma, qui sotto il mio video ed il mio vassoio che ha fatto da exraction dot


Come vedete il video creato è un SBS (side by side) significa che le due immagini LEFT e RIGHT sono affiancate.
Per prima cosa bisogna operare per avere 2 immagini ben distinte LEFT e RIGHT, per fare questo ho usato Nuke come segue

f84182d6f6bcd30ed16f4d62364183e0.jpg

Reformat = da una risoluzione di 1280x720p mi ricavo (con distotion spuntata) la risoluzione di 2560x720P
Crop L e R = ricavo l’immagine si  left che right
Write = scrivo le mie immagini in modo da avere due seguenze di Immagini .SGI (questo formato immagine è uno dei più veloci in Lettura, il che facilita molto i vari software di tracking anche se poi loro usano i vari compressori in cache)
IMG L e R

Una volta avute le nostre due sequenze di immagini andiamo ad aprie 3d equalizer (la mia versione è l’ultima per ora la  4 relase 2b5.1)

Iniziamo a creare le nostre due camere importando i nostri due footage e impostando nel tab sotto in stereoscopic  quale fottage sia il sinistro e quale il destro, assegnando per esempio al sinistro come camera principale, più in basso, in interlocular distance mettiamo per ora una lunghezza approssimativa di 2,4cm (questa è la distanza fra le due camere)(static adjust, questo perché la fixeremo più tardi con il tool parameter adjustament)

d3427604423183171316d9189a2157a1.jpg

molto importante impostare nel tab Camera contraint no transformation per entrambe le camere .

Passiamo ora a configurare le lenti. Ovviamente ci servono due lenti ognuna per camera, quindi creiamone un'altra… e per ora va bene così. Assegniamo alla camera L la prima lente e alla camera R la seconda.

Prima di procedere con il track clicchiamo in playback  > export buffer, che ci aiuterà notevolmente con la velocità di track.

Iniziamo il nostro track.
Aggiungiamo un altro Pgroup di tipo oobject (il primo pgroup camera deve esistere e rimanere vuoto sennò andremo davanti ad un errore)
Ora bisogna lavorare prima sulla camera L poi sulla camera R (o viceversa), per essere sicuri di ciò cliccate doppio sulla telecamere per la quale preferite iniziare.
Iniziamo a trackkare i nostri marker ricordandoci di impostare appunto il tipo di track come marker e prendere prima di trackkare la forma premendo X e poi T per il track (tip: per mettere un nuovo punto di track premetre ctrl+LMB, si possono mettere anche una serie di punti tutti isieme per poi trakkarli tutti insieme, risparmiando moltissimo tempo, ovvero, mettere la serie di punti cliccando ctrl+LMB premere X per ognuno un paio di volte, selezionarli tutti, e premere T).

Passiamo ora a trakkare la seconda camera,
clicchiamo sulla seconda camera, ora qui dobbiamo trakkare gli stessi punti gli stessi mark… c’è un nuovo tool molto performante che riconosce quasi automaticamente e con efficaca i punti: selezionate i punti  e poi cliccate su Tracking > Match point to other stereo camera,  controllate sempre che siano gli stessi punti!! A questo punto tracchiamo anche qui. (se non vi convince la procedura detta sopra dovrete fare a mano, selezionare un punto tracckato della camera L e senza crearne uno nuovo cliccate semplicemente LMB sul marker della scena R, cliccate X un paio di volte e poi T… così via per tutti i punti)
Sono andato un po’ veloce sulla procedura di track sperando che la sappiate fare (prima di avventurarvi un track stereoscopico sarebbe bene fare un po’ di esperienza su qualcuno normale)
A questo punto per entrambe le camere avrete una situazione del genere (basta tracchare pochi punti anche 8 e fatti bene, magari sparsi per tutto il footage, io sono voluto essere un po’”espansivo”)

6f8543cb992ffddb89189f2fc34bebee.jpg


A questo punto fixiamo un po’ di cose:
Io so che nel mio caso la distanza di 2 marker è di circa 1 Inch, nel attribute editor imposto questo valore nel tab distance point (così che mi scala tutta la scena a dovere)

Andiamo nel attribute delle lenti e mettiamo dei valori simili a quelli riportati di sotto (assumendo infatti che la mia camera del telefonino abbia parametri di base simili a quelli che ho messo), lasciando però invariato i paramtri adjust passive e fixed come riportato nell’immagine, questo perché ora andremo ad aggiustare i nostri valori.

61372e33cec8cc31dc03525c75bbf370.jpg

Clicchiamo con il destro sulla camera Right e diciamo modify > disattiva.
Premiamo ALT+C e facciamo uno scratch per vedere il deviation point come va.
Apriamo Adjustament Parameter Window e grazie ai valori fixed della lente che abbiamo messo andiamo a trovare valori migliori (qui di pende molto dalle persone, io adotto un metodo molto veloce di bruteforce su 200 punti incrociati, lo faccio durare pochi secondi, lo fermo, studio il grafico, seleziono dal grafico i valori e approfondisco la ricerca, finche non mi convince.) (scusate se volo su questo passaggio anche se è importante ma è lungo da spiegare e ritengo come già detto che questa sia una guida non di base ma più avanzata per il track)

cd9c5df6760968db38bd19096342447e.jpg

Fatto il tutto, se tutto va bene, avrete un immagine di scratch che riporta le reali condizioni e un deviation point relativamente basso (intorno al 0.6 va più che bene)

c5a67cc4e4a39a66489789610de90f86.jpg

Ripetiamo il tutto per la camera Right.

A questo punto Attiviamo entrambe le camere e vediamo di fare un veloce scratch… vediamo come va con il deviation point e andiamo a lavorare su un valore ancora da fixare: Interlocular distance!!
più o meno noi sappiamo la distanza fra le due lenti, ma è sempre meglio metterla come adjust e andiamo a fixarla meglio sempre con il nostro adjusmet window…

Una volta fatto possiamo anche fixxare  per esempio i focal lenght delle due camere Destra e Sinistra (left and right, il tutto per abbassare il valore di deviation point ed avere un track migliore.

25520e896684f124218be3b3015e86d5.jpg

Quando siamo contenti del risultato, esportiamo tutto in maya (con il comando export MEL) dove avremo una situazione del genere:


Da qui se tutto funziona (soprattutto vediamo che la scale in maya è simile a quella della realtà e che il modello trakkato è riconoscibile ed esatto) e se abbiamo un devition point relativamente basso (va bene anche intorno a 1.5, quando si fanno track 3d sale notevolmente rispetto ad un track normale, ma non c'è da preoccuparsi), Possiamo dire che il nostro extraxtion Dot è andato a buon fine ed abbiamo I valori corretti della nostra telecamera Stereoscopica e potremo così fare il nostro tracking stereoscopico come vi mostrerò nel secondo Tutorial… anche se coprirà più o meno lo stesso procedimento.

Simone


Pagina 1 di 2:

Comments



Articoli & Tutorial

Breaking Objects with the Cell Fracture Add-on

Breaking Objects with the Cell Fracture Add-on

Richard (Blender Cookie) ci presenta un video tutorial su come fratturare un oggetto in Blender u...


Create a Wine Glass - Blender Fluid Simulation

Create a Wine Glass - Blender Fluid Simulation

CG Geek, ci presenta un bellissimo video tutorial su come creare un bicchiere pieno di vino (util...


Iray Material 3ds max Dispersione Spettrale e nitidezza Caustiche

Iray Material 3ds max Dispersione Spettrale e nitidezza Caustiche

In questi tutorial studieremo la dispersione spettrale degli Iray material in 3ds max , per crear...


Last Comments